Technacy, la PMI che dialoga con le grandi imprese

Technacy, la PMI che dialoga con le grandi imprese

Tim e Vodafone sono i principali committenti di questi piccola impresa della provincia di Ravenna che in dieci anni si è ritagliata un posto di tutto rispetto nel campo della telefonia mobile. Grazie alla piattaforma Netmon consente di controllare i costi del traffico delle Sim aziendali e ora si prepara a sbarcare in Spagna. L’Ad Vittorio Foschi intravede potenzialità anche nella cybersecurity perché “non tutte le imprese la affrontano nella maniera giusta”.

Nel settore del supporto alla telefonia mobile, la Technacy di Cervia, in provincia di Ravenna, sta gradatamente guadagnando un raggio d’azione sempre più ampio. Questo perché nel decennio trascorso dalla discesa in campo dell’azienda romagnola - che nel 2020 ha raggiunto un fatturato pari a 2,9 milioni di euro a fronte di 15 dipendenti -, i grandi player del ramo hanno compreso i possibili sviluppi generati dalle proposte innovative pensate da Technacy, dando così fiducia alla Pmi cervese. “Per la verità al momento abbiamo solo due committenti, Tim e Vodafone, che però rivendono il prodotto ai loro tanti clienti - sottolinea Vittorio Foschi (in foto), cofondatore e amministratore delegato -. In realtà, perciò, dietro a questi grandi operatori della telefonia ci sono 2.000-2.500 acquirenti che usufruiscono della nostra piattaforma, un aspetto che ci ha consentito di crescere, non solo da un punto di vista commerciale, nel corso degli anni”.

Il successo è andato di pari passo con l’apprezzamento da parte del mercato di Netmon, sistema che permette alle imprese di avere pieno controllo sulla spesa del traffico telefonico su Internet e voce generato anche oltre i confini nazionali. Risparmio che si ottiene attraverso una tecnologia avanzata in grado di agire sulle singole Sim, allertando, tra l’altro il possessore del telefono quando ha superato le soglie di traffico definite. “In Italia non ci sono aziende capaci di fare quello che siamo riusciti a realizzare noi, migliorando continuamente la piattaforma per essere sempre all’avanguardia sulle problematiche legate ai costi - chiarisce l’ad di Technacy -. Diamo insomma ai clienti la garanzia che non vengano sforati i limiti da loro predefiniti, aspetto non trascurabile nella gestione di una impresa dei giorni nostri”.

Leggi l'articolo completo Richiedi informazioni
Referente ufficio stampa: Alberto Mazzotti (ufficiostampa@technacy.it)